Skip to content
Increase font size Decrease font size Default font size

Istitutoscolastico Milano

Scuola dell'Infanzia PDF

FINALITÀ GENERALI:

 “Accompagnare ciascuno a scoprire con gioia il suo progetto di vita”

 

Nella prospettiva della finalità orientativa, propria dell’Istituto comprensivo, la Scuola dell’Infanzia si inserisce in modo originale. Poiché considera il bambino un soggetto attivo, si preoccupa di favorire la formazione integrale della sua personalità, aiutandolo a raggiungere avvertibili traguardi di sviluppo in ordine all'identità personale, all’autonomia e alla competenza sotto il profilo corporeo, intellettuale e psicodinamico. A tale scopo sollecita in lui atteggiamenti di sicurezza, di stima di sé, di equilibrati rapporti affettivi con i coetanei e con gli adulti e anche con l'ambiente. Inoltre con l'insegnamento della religione cerca di sviluppare nel bambino il sentimento dell'accoglienza e della fratellanza. Tutto questo contribuisce a sostenere i bambini nella costruzione del loro progetto di vita.

 

METODOLOGIA

La metodologia della scuola dell’infanzia utilizza tre opzioni fondamentali: il gioco, l'esplorazione e la ricerca, la vita di relazione:

Il gioco favorisce rapporti attivi e creativi sul terreno sia cognitivo sia relazionale, consente al bambino di trasformare la realtà secondo le sue esigenze interiori, di realizzare le sue potenzialità e di rivelarsi a se stesso e agli altri.

 

La metodologia per l’esplorazione e la ricerca, pur essendo semplice ed adeguata all’età dei bambini avrà un carattere “scientifico” in quanto eserciterà il pensiero e giungerà  a risultati cognitivi: si parte dall’osservazione delle cose o delle situazioni, distinguendo, interpretando, analizzando, confrontando dati, ponendo domande e problemi, formulando ipotesi di soluzione e spiegazioni.

 

Il ricorso a varie modalità di relazione (nella coppia, nel piccolo gruppo, nel gruppo più allargato, con o senza l'intervento dell'insegnante) favorisce gli scambi e rende  possibile una interazione che facilita la risoluzione dei problemi, il gioco simbolico e lo svolgimento di attività complesse, spinge alla problematizzazione, sollecita a dare e ricevere spiegazioni. La qualità delle relazioni tra adulti e bambini e tra adulti e adulti, favorisce un clima sociale positivo.

 

 OSSERVAZIONI/VALUTAZIONE                                                           

 L’osservazione viene effettuata in ogni momento della giornata e permette ai docenti di rilevare la qualità dell’interazione tra i bambini e le proposte formative. L’attività osservativa consente  di verificare i livelli delle abilità e delle conoscenze, per sostenere e sviluppare l’apprendimento dei bambini. Le osservazioni vengono riportate su apposite griglie, periodicamente aggiornate.

A seguito di questi momenti di osservazione le insegnanti progettano interventi attenti ai bisogni specifici di ciascun bambino.

ATTIVITÀ EDUCATIVE

 Il bambino conferisce significato alle sue molteplici attività, sviluppa il suo apprendimento passando attraverso le fasi del conoscere, capire, intuire, sentire, fare e agire. I diversi ambiti nei quali i bambini esplicano le loro competenze, nella Scuola dell’Infanzia, vengono definiti dalle Indicazioni Nazionali .

 La progettazione è aperta e flessibile, si costruisce in progressione, coerente con la plasticità e il dinamismo dello sviluppo infantile.

Le docenti cooperano nella costruzione del percorso formativo e si avvalgono del contributo qualificato di esperti:

la psicopedagogista, per l’analisi delle difficoltà di apprendimento e la costruzione dei percorsi individualizzati;

la maestra di attività motoria, (diplomata Isef) per la realizzazione degli interventi specifici a piccoli gruppi;

la maestra di Inglese (Laureata in Lingue straniere).

 

ORARIO DI FUNZIONAMENTO

 

La Scuola dell’Infanzia è aperta dalle 8.00 alle 17,30 dal lunedì al venerdì. Rispetta il calendario scolastico dell'Istituto, inizia la 1^ settimana di settembre e termina alla fine di giugno.

Per chi lo richiede, prolunga la sua attività di una settimana.

 

La giornata educativa segue questo orario:

dalle 8.00             alle 9.00                pre-scuola

dalle 9.00             alle 9.15                entrata

dalle 9.15             alle 11.00             attività libere e strutturate

dalle 11.00           alle 12.00             pranzo

dalle 12.00           alle 13.00             attività libere

dalle 13.00           alle 15.00             riposo per bambini di tre anni

dalle 13.30           alle 15.00             attività strutturate 

dalle 15.15           alle 15.40             merenda

dalle 15.40           alle 16.00             uscita

dalle 16.00           alle 17.30             post-scuola

 

E’ possibile ritirare i bambini dalle ore 13.00 alle ore 13.30 per eventuali visite mediche nel pomeriggio.

 

Per il periodo d’inserimento sono previsti altri orari di uscita che rispettano le esigenze dei bambini, da concordare di volta in volta con le insegnanti.

ORGANIZZAZIONE

 

La sezione eterogenea per età costituisce il riferimento più significativo per l’esperienza dei bambini. Accanto a questa modalità organizzativo-relazionale viene utilizzata anche l’aggregazione per piccoli gruppi, solitamente formati in base all’età per Inglese e Attività motoria. I bambini hanno occasione di sperimentare relazioni con nuove persone adulte e di fruire di un accompagnamento orientato all’acquisizione di abilità specifiche.

ATTIVITÀ INTEGRATIVE

 

Per i bambini di quattro e cinque anni che ne fanno richiesta, sono previste, oltre l'orario scolastico, attività sportive che permettono di continuare ed integrare le loro esperienze motorie.